Verbale dell' Assemblea Generale GISCi - Bologna 1999

Il giorno 9 Dicembre 1999 alle ore 16.30 in seconda convocazione, regolarmente convocata, si è riunito a Bologna presso l'Aula Magna della Regione Emilia Romagna, l'Assemblea Generale del Gruppo Italiano Screening del Cervicocarcinoma (GISCi).
L'Assemblea è stata presieduta dal Segretario dott. G. Ronco, presente il Comitato di Coordinamento costituito da M. Confortini, T. Maggino, G. Montanari, A. Iossa, S. Ciatto, R. Volante.

Costituzione dell'associazione

Il Segretario ha ricordato le tappe costitutive dell'Associazione con l'approvazione dello Statuto in sede dell'ultimo convegno di Bologna ed ha informato che successivamente l'Associazione ha avuto regolare registrazione presso un notaio di Torino. Per comodità geografica i firmatari dell'atto costitutivo sono stati alcuni colleghi di Torino.
Dato che il Segretario ed il Comitato di Coordinamento erano stati eletti nell'Assemblea di Bologna del Dicembre 1998, prima della fondazione presso il notaio, è stata inserita nell'atto costitutivo un articolo che indica che per il primo triennio il segretario è il Dott. G. Ronco ed il Comitato di Coordinamento è costituito da da M. Confortini, T. Maggino, G. Montanari, A. Iossa, S. Ciatto ed R. Volante, come risultato alle elezioni del Dicembre 1998.
Gli iscritti sono attualmente 147.

Pubblicazioni

E' stato completato il Manuale Operativo su "Indicatori e standard per la valutazione di processo dei programmi di screening del cancro del collo dell'utero" già circolato in bozza nella precedente Assemblea. Sono state effettuate alcune modifiche sulla base dei commenti pervenuti. Il Manuale è in pubblicazione come supplemento ad "Epidemiologia & Prevenzione", rivista autorevole ed ampiamente diffusa nel paese negli ambienti interessati e coinvolti alla materia. Il GISCI si farà carico del costo del supplemento per i 700 abbonati ad EP e di quello di quello di 100 estratti, da diffondere a centri istituzionali potenzialmente interessati o tra i soci. Il Centro Interregionale Screening Oncologici (CISO) ha richiesto direttamente all'editore 900 estratti per uso didattico. Per quanto riguarda il GISCi l'impegno di spesa dovrebbe ammontare a lire 4.640.000.
L'Assemblea approva all'unanimità l'impegno di spesa.
Il gruppo "Secondo livello" ha tradotto in Italiano il documento "Standards and quality in colposcopy" del programma di screening del cervicocarcinoma del Servizio Sanitario Nazionale del Regno Unito (NHSCSP). Si è già ottenuto dal NHSCSP il permesso di tradurre, pubblicare e diffondere gratuitamente tale documento. La spesa prevista per 1000 copie è di circa 3 milioni. All'unanimità viene dato mandato al Comitato di Coordinamento di procedere alla stampa utilizzando i fondi 2000.
Il Segretario comunica anche che sono stati presentati poster sulla survey 1998 al convegno dell'International Epidemiological Association (Firenze settembre 1999) e alla "Conference on Screening and Early Detection of Cancer", Vienna, Novembre 1999.

Sito WEB

Finora il sito della SIAPEC (http://www.siapec.it) ha ospitato documenti del GISCi (statuto, dati della survey 1998). Il segretario, ringraziando per ciò la SIAPEC ed in particolare il dott. Bondi, propone di attivare un WEB-site dell'Associazione. Riferisce in proposito di aver preso contatti con il prof. Biggeri, segretario dell'Associazione Italiana di Epidemiologia (AIE). Sarebbe possibile essere ospitati gratuitamente sul server del Dipartimento di Statistica dell'università di Firenze, condividendo con l'AIE le spese di gestione da parte dell'informatico. In accordo con il carattere multidisciplinare del GISCi, dovrebbero essere attivati links con il sito SIAPEC e con quello AIE oltre che con quelli di altre società scientifiche interessate. La spesa per la gestione del web-site dovrebbe aggirarsi su lire 1.000.000 per il primo anno e su lire 500.000 per gli anni successivi: l'Assemblea approva. Segue discussione sui contenuti da inserire nel web-site. Si decide di costituire una commissione ristretta di aggiornamento e selezione del materiale da inserire. Comitato Editoriale per il web-site viene nominato con i seguenti componenti: G. Ronco, A. Bondi, S. Ciatto, M. Scarinci. Si decide, per ora di inserire sul sito WEB, oltre allo statuto, i documenti prodotti dal GISCi (il "Manuale indicatori" e quando disponibile la traduzione delle linee-guida per la qualità in colposcopia) programmi di attività ecc. Si decide di inserire anche una sintesi degli interventi presentati alla riunione 1999.

Rapporti Istituzionali

Il Dott. Ronco riferisce di essere stato nominato, in quanto segretario GISCI, come esperto del sottogruppo "Strategie e soluzioni organizzative per l'implementazione dei programmi di screening per il carcimona della mammella e del collo dell'utero" della Commissione Oncologica Nazionale.
Il dott. Segnan prende la parola per suggerire di inviare una lettera a nome del GISCi alla Conferenza Stato-Regioni, agli Assessorati alla Sanità, ed al Ministero perché favorisca il coordinamento tecnico negli screening del Cervicocarcinoma e per favorire l'implementazione dei programmi. Tale necessità emerge dal notevole aumento dei programmi organizzati di screening del cervicocarcinoma, su base Regionale, in Italia negli ultimi due anni (anche come effetto delle linee-guida della Commissione Oncologica del 1996 e del finanziamento del Ministero della Sanità) dall'esigenza di un coordinamento tra i programmi regionali e di una garanzia di qualità ed efficacia dell'attività di screening.
Segue ampia discussione. Ronco condivide l'esigenza di attività istituzionali di coordinamento e valutazione e illustra i modelli adottati dal programma inglese e da quello olandese.
Ciatto ribadisce che è necessario provvedere ad un accreditamento degli screening che sia non solo delle strutture ma anche delle funzioni.
Ronco sottolinea che il GISCi sta di fatto svolgendo un ruolo di coordinamento e standardizzazione tra programmi regionali e che ha portato avanti varie iniziative di valutazione e proposte di indicatori, standard e linee guida. Tuttavia alcune attività, quali quelle di accreditamento possono essere svolte solo a livello istituzionale. Il GISCi dovrebbe comunque proseguire, ed accentuare, l'attività di coordinamento e standardizzazione della valutazione tra programmi regionali e farsi carico di produrre linee guida da sottoporre alle Istituzioni.
La mozione di Segnan viene posta ai voti e approvata all'unanimità.
Ronco sottolinea la necessità di omogeneizzare i criteri diagnostici delle lesioni cervicali con i Patologi organizzando delle interazioni con SIAPEC e SICI. Viene riferito che la SIAPEC è disponibile a collaborare in tal senso col GISCi e che avrebbe già identificato due persone ad hoc (Dalla Palma e Di Bonito).

Sponsorizzazioni

Viene poi affrontato il problema se il GISCi debba avvalersi di sponsorizzazioni da aziende commerciali.
Maggino e Ciatto sostengono che le sponsorizzazioni potrebbero agevolare il coinvolgimento dei soci e dare la possibilità di una maggiore attività organizzativa in termini di convegni e corsi. Viene ribadito che le sponsorizzazioni non dovrebbero attenere alle funzioni del GISCi che devono restare completamente autonome e non condizionate o condizionabili, ma semplicemente per migliorare ed aumentare la possibilità di incontro con e tra i soci, e migliorare la qualità dei Servizi per i soci. Volante esprime parere contrario, vista la sua esperienza in altre società dove il condizionamento economico dell'azienda ha prodotto fuorvianti risultati in termini di autonomia scientifica. Viene deciso che l'opportunità di ottenere sponsorizzazioni per singole manifestazioni non deve essere aprioristicamente negata ma valutata caso per caso e che il Comitato di Coordinamento negherà e deciderà in merito in base alle esigenze delle singole iniziative, riferendo e rispondendo poi responsabilmente ai soci.

Prossima riunione nazionale

Viene proposto di tenere il prossimo convegno del GISCi in Veneto e specificamente a Verona.
Viene condivisa la scelta di assegnare l'organizzazione del congresso a sedi particolarmente impegnate nell'avvio di screening al fine di far sentire culturalmente e scientificamente la presenza dell'Associazione.
L'Assemblea approva a maggioranza con 27 voti a favore, 2 astenuti, 1 contrario.
Non essendoci altro da discutere l'Assemblea viene chiusa alle ore 18.30.

Approvazione soci

Viene sottoposta per approvazione all'Assemblea la lista dei nuovi soci candidatisi nel corso della riunione 2000. La lista viene approvata all'unanimità con l'unica eccezione di un dipendente di una società che produce software per la gestione di programmi di screening. L'assemblea decide di ritenere inopportuna l'iscrizione al GISCi di persone che non sono attive in programmi organizzati, né esperti della materia, ma direttamente dipendenti da società con fini di lucro che producono o vendono prodotti utilizzati nello screening stesso.

Relazione economica - Quota associativa 2000

Il Segretario passa poi ad illustrare il rendiconto di Tesoreria (vedi allegato) che viene approvato all'unanimità.
La quota associativa per l'anno 2000 è fissata in Lit 50.000.

I cookie di questo sito servono al suo corretto funzionamento e non raccolgono alcuna tua informazione personale. Se navighi su di esso accetti la loro presenza. Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta - Per maggiori informazioni.

Accetto i cookie per questo sito.